Stilllife.jpg

Poggio del Rosso

Vitigno: Cuveé di Barbera da uve selezionate
Esposizione ed altitudine: sud, 250-300 m slm
Caratteristiche del terreno: calcareo argilloso
Sistema di coltivazione: Guyot (5.000 piante per ettaro)
Età dei vitigni: più di 40 anni
Resa per ettaro: 4.000 kg/ettaro
Vendemmia: metà ottobre, vendemmia a mano in piccole ceste di legno
Vinificazione: pigiatura, macerazione 10/12 giorni, svinatura e successivo allevamento e affinamento in stile borgognotto in piccole botti di legno per circa 12 mesi al fine di esaltare le caratteristiche della miglior barbera a cui seguirà un ulteriore affinamento di circa due anni in bottiglia
Contenuto alcolico: ca. 14-15° % Vol.
Colore: rosso rubino, intenso e brillante, con riflessi violacei
Profumo: fragrante, esuberante, netto e deciso, ricco di sentori speziati con cannella, vaniglia, cioccolato, caffè, liquirizia con sfumature di ciliegia marasca e mora, accompagnati da tabacco dolce da pipa.
Sapore
: intenso, importante, caldo con una complessa piacevolezza al palato di tannini morbidi ma netti che richiamano la ciliegia matura ed il cioccolato
Accostamenti gastronomici: a tutto pasto si esalta nell'abbinamento a paste condite con salse a base di carne, a carni rosse e bianche preparate nelle più diverse ricette della cucina tradizionale e internazionale. Si abbina meravigliosamente con agnolotti e polenta condita, pollame, formaggi d'alpeggio, salumi, fondute ma ancor più con funghi e tartufi, e per finire in grandezza con terrine di cacciagione, stracotti e brasati
Confezioni disponibili: in scatola da 6 e Magnum


Commento del vignaiolo

Il Poggio del Rosso è la miglior espressione enologica della mia cantina ed è una selezione speciale di uve rosse Barbera vinificate secondo le migliori tradizioni della Borgogna.
E' il vino più vicino alle tradizioni ottuagenarie dell'azienda (il Poggio) E del papà Oreste (soprannominato "il Rosso") il quale, come Claudio Mariotto, ha sempre amato la ricerca di vini estremi adatti a grandi invecchiamenti.
Viene affinato con sapiente maestria nella cantina, in recipienti di rovere, che lentamente consentono ai suoi delicati aromi - che non accettano forzature o pratiche accelerate - di svilupparsi in pienezza e armonia esaltandone la finezza. Solo così si può ottenere un vino importante, che dispiega un grande ventaglio di profumi e sapori di grande persistenza in un crescendo di spezie, cioccolato, caffè, frutti di bosco e intriganti sentori di ciliegia matura.